Hulk Hogan Rock Stone Cold

nuove aggiunge al cast del film di jon watts

Quanto lei nota nel website curioso, non ho idea di quale possa essere il motivo vero, ipotizzo una distrazione: maggior interesse per i negozi che per l Mi senbra strano infatti, per l possano avere in contemporanea due vetrine, con gli stessi identici cosmetici a costi tanto differenti. N intravedo particolari inganni al consumatore, vista la platealit del tutto. Appunto, semmai disattenzione..

Un piccolo fuoco lontano che sembra bruciare solo per certi personaggi e che si spegne quando, con disinvolto distacco, deve recitare parti che non le sono esattamente consone. Come una divinità, quest’attrice australiana, nonostante la giovane età, ha la veemenza di chi il successo (l’Olimpo) se l’ha sudato, cesellando personaggi diversi persino nei desideri, ma che formano un quadro variegato e meno monolito delle carriere di certe altre sue colleghe.Una bellissima donna senza troppe depressioni private e senza troppi pregiudizi sul lavoro, ormai consapevole che non è più solo la sua carriera in gioco quando sceglie un film, ma anche l’affetto dei suoi devotissimi fans. La Byrne considera il cinema e il fare cinema come qualcosa di sacro, per questo ha sbeffeggiato e snobbato Hollywood con vivo disappunto, colpevole, a suo dire, di proporle ruoli sciocchi e di infelice lettura psicologica.

Molti più soldi si ritrova a gestire il comitato per le elezioni europee del 2014. Parte con 617 mila euro di contributi (di cui 39 mila dall’estero) ne spende per la campagna elettorale 413 mila. I restanti 200 mila circa vengono in parte girati alla causa del mai celebrato referendum no euro (45 mila nel 2014, 30 mila nel 2015), altri in spese per lo più non specificate.

Soprattutto Io e Annie e Manhattan resteranno due delle gemme più preziose della filmografia alleniana e la presenza della Keaton, come già detto compagna anche nella vita del regista, darà un tono più vero e autobiografico alle pellicole. Se Manhattan è una straordinaria dichiarazione d’amore per New York, con un bianco e nero che raggiunge vette di lirismo impensabili, Io e Annie è una tenera storia d’amore travestita da commedia in cui Allen e la Keaton formano una delle coppie più affiatate della storia del cinema. Finalmente anche la critica celebra le sue capacità: vincerà l’Oscar e il Golden Globe come migliore attrice protagonista e svariati altri premi.Grazie alla sua bellezza anticonvenzionale e al suo spirito libero, la Keaton si è sempre ritrovata a recitare nei panni di donne brillanti, forti e indipendenti, che riflettono la vera natura della donna Diane Keaton, e che le diedero l’opportunità di dimostrare un’intensa quanto spontanea carica attoriale.Nel 1980 finì la sua storia d’amore con Woody Allen e l’anno successivo iniziò quella con l’attore che la diresse in Reds: Warren Beatty, pellicola per cui ottenne un’altra nomination per l’Oscar.

Lascia un commento