Hogan Mens Sunglasses

novità in dvd ottobre 2009

Ancora una volta, infatti, Schrader torna a raccontare un senso di colpa e un processo di espiazione, spietato, dell’uomo verso se stesso. Il fatto che si tratti di un uomo di chiesa non fa che portare in superficie la figura che è sempre soggiaciuta ai suoi personaggi: uomini soli, alla disperata ricerca della verità, squarciati da un conflitto tra materiale e immateriale che qui prende i corpi dei due giovani in attesa di un figlio (“io ero la parte spirituale” afferma il personaggio di Amanda Seyfried). Ancora una volta un film uguale ma diverso, condannato narrativamente fin dal principio, dal passato (non a caso la chiesa di Toller viene chiamata dai locali “il museo” e non conta che pochissimi, residuali adepti) eppure in dialogo con il presente più attuale e soprattutto con le immagini del presente: perché oggi l’immagine metaforica dell’essere umano sul punto di esplodere non può che essere quella, emersa e tautologica, di una cintura esplosiva (o il video di un attentato suicida)..

A tratti simpatici, i due protagonisti diventano identificativi nel loro incontro con i vecchi Lea e Vito, quasi incarnazione dei genitori che avrebbero voluto accanto o che avrebbero voluto essere. Il lasso di tempo di una cena decisamente troppo lungo per descrivere tutta la loro vita coniugale ed a met si perde il senso ed il valore di quell ma grazie al montaggio, il film con una fotografia cupa ed a tratti deformata, aiuta lo spettatore a non annoiarsi troppo; bench l del libro sia anche la sceneggiatrice del film e la sua romanit sia decisamente invadente (come l al festival del cinema romano, la visione dall delle locandine pubblicitarie enormi dei film del mese in cui stato girato il film e le scene da palinsesto televisivo per descrivere il lavoro di Gaetano. Una visione romano borghese autocelebrativa molto vicina, in peggio, per alla visione de”la grande bellezza” a cui rimanda ma con toni popolari).

Si tratta di Victoria Duval, la diciassettenne haitiana che al suo secondo match ha battuto, a sorpresa, Sam Stosur. Questa vittoria ha il sapore dolce della vittoria contro la vita, infatti, la giovane tennista in questi anni ha vissuto diverse disavventure, tra cui una violenta rapina in casa e il tragico terremoto di Haiti del 2010. Nonostante tutto, Victoria ne è venuta fuori, è approdata agli US Open e sta collezionando una serie di successi sul campo..

Tutto pur di consegnarci le ultime scaglie del suo cinema. Un cinema impossibile da replicare per padronanza di genere e che lo misero comunque fra i più grandi cineasti della Storia del Cinema.Michael Cimino nacque il 3 febbraio 1939 a New York, negli Stati Uniti, da una famiglia italoamericana. Cresciuto fra la Grande Mela e Old Westbury, a Long Island, una volta entrato a scuola, venne da subito indicato come un bambino prodigio.

Lascia un commento